top of page

Didattica

L'approccio interdisciplinare mette gli strumenti psicologici

a disposizione di ogni percorso musicale:
le neuroscienze ci hanno offerto una mole incredibile di informazioni riguardo

le modalità di apprendimento del sistema cognitivo, che possono essere impiegate con profitto

in una didattica aggiornata e consapevole.  
Lungo il percorso si apprenderà la tecnica strumentale e si consoliderà una conoscenza profonda

del repertorio, ma non solo:

si imparerà ad apprendere.

Il confronto con la musica permette di conoscere le proprie modalità di apprendimento

e i propri punti di forza, così da poter mettere a punto una didattica

cucita ad hoc sulle proprie potenzialità, che si consoliderà in una

modalità di studio efficace e consapevole.

Questa possibilità, preziosa per tutti, diventa imprescindibile nel caso di allievi dislessici,

che necessitano di un percorso capace di

incentrare la didattica sulle potenzialità specifiche di ognuno.

Proprio in un momento di formazione dedicato alla didattica musicale per l'allievo dislessico sono incappata in una frase che è diventata il faro che orienta il mio lavoro.
Mauro Montanari, esperto di riferimento in proposito, chiedendosi perchè fosse importante per un bambino poter studiare musica, si rispondeva così:
"perchè mentre suona, il bambino contempla sè stesso".

 

bottom of page